66^ COPPA Caduti di SAN LORENZO

Servizio dei Soci : Gianni TRENTO e Beppe FIERRO.


Ordine Arrivo :

 

1) Tomas Trainini (Team Lvf) km. 90,9 in
2h2’07” Media kmh. 44,662

2)Mattia Pinazzi (Otelli)
3)Giosuè Epis (Otelli)

 

4)Lorenzo Martignoni (Casano)
5)Marco Manenti (Ciclistica Trevigliese)

6)Federico Arioli (PG&GB Junior Team)

7)Nicholas Norbis (Capriolo-Ostilio Mobili)

8)Thomas Vignoli (UC Casano)

9)Massimiliano Pinio  (Ciclistica  Trevigliese)
  10)Flavio  Santucci  (UC Casano)

66^ COPPA CADUTI di SAN LORENZO

28/04/2019 San Lorenzo di PARABIAGO

 

E’ il bresciano Tomas Trainini a sfrecciare per primo sulla
linea del traguardo della 66° Coppa Caduti San Lorenzo
gara riservata alla categoria Juniores ed organizzata dal
G.C. Libero Ferrario Parabiago presieduto dalla memoria
storica del ciclismo parabiaghese, Pippo Nebuloni. Trainini
ha impostato una volata che definire magistrale è
riduttivo. Il giovane alfiere del Team LVF ha diretto con
grande acume i suoi compagni di squadra prontissimi a
tirargli la volata al momento giusto tanto che è riuscito a
vincere con netto distacco sulla coppia griffata “Aspiratori
Otelli” e composta da Mattia Pinazzi e Giosuè Epis. Nel
gruppo che si è conteso la vittoria anche il varesino di
Dumenza Federico Arioli, (P&G-GB Junior), fresco vincitore
del titolo di Campione Provinciale Juniores di Milano e
ancora una volta tra i top ten di giornata a conferma delle
sue ottime qualità di atleta. 122 i corridori schieratisi al via
e, tra loro, anche uno squadrone russo, la Lokosphinx-
Juniores che oggi a San Lorenzo di Parabiago ha
decisamente segnato il passo sui nove giri del percorso
tracciato tra le frazioni di San Lorenzo, Villapia, Villastanza
ed il capoluogo, Parabiago. Nessuna difficoltà altimetrica
come dimostra anche l’altissima media kmh 44,662

realizzata dai corridori che hanno lanciato molte fughe
come quella composta da Luca Poggi (P&G-GB Junior),
Andrea Piras (Aspiratori Otelli), Ivan Novolodoski
(Lokosphinkx) e Giacomo Villa (U.S. Biassono). Il quartetto
viaggiava con una ventina di secondi sugli immediati
inseguitori quando il russo Novolodoski e Piras (Biassono)
si arrotavano e finivano a terra ed il brianzolo Villa
decideva di farsi riprendere mentre Luca Poggi diretto in
ammiraglia dall’ex professionista Gian Luca Bortolami
sfidava il gruppo intero che non demordeva e andava a
chiudere sui fuggitivi. Poco dopo era un terzetto composto
da Rabba (Otelli), Lo Bartolo (Biassono) e l’enfant du pays,
Marco Ceriani a tentare la fuga. Ma anche per loro “disco
rosso” da parte del gruppo che grazie alle trenate di tutto il
Team Lvf si ricompattava. Poi era Tomas Trainini in prima
persona ad entrare in azione col risultato di relegare alle
sue spalle i 105 corridori componenti il gruppo e realizzare
il suo poker personale di vittorie in questo inizio di
stagione agonistica 2019.


                                    Vito  Bernardi - www.pedaletricolore.it

Gallerie Fotografiche in Aggiornamento . . .  a breve.