E .. STATE  CORRENDO  -  5^  Tappa  CORBETTA.




E…STATE  CORRENDO  INCORONA

SILVIA  RADAELLI  ED  EMANUELE  REPETTO

 

 Anche quest’anno è stata la Jackpot Run a sbancare il banco: il premio in denaro previsto per l’atleta in grado di migliorare il crono del percorso della tappa finale del circuito E…State Correndo è infatti rimasto nelle casse degli organizzatori nonostante la grinta e l’impegno di Emanuele Repetto e Silvia Migliorini, i più veloci della prova corbettese. Il caldo, normale in una serata d’estate come quella di ieri, ci ha messo lo zampino rimandando al prossimo anno il tentativo di abbattere il 16’09” di Lahcen Mokraji e il 18’48” di Fatna Maraoui; un caldo che, nonostante tutto, non ha comunque rovinato la festa finale iniziata subito dopo l’arrivo dell’ultimo atleta sul traguardo ai bordi della piscina esterna del centro Onda Verde.

Le attese della vigilia sono state rispettate; anzi, è il caso di dire, persino ampiamente migliorate: oltre 900 i partenti che hanno sfidato afa e calura per mettersi alla prova sui 5705mt del percorso che, proprio dal centro sportivo Onda Verde, si snoda nel centro storico di Corbetta per tornare poi alle famose piscine della città alle porte di Milano. Di questi temerari amanti della corsa, quasi in 300 gli iscritti alla prova competitiva FIDAL e oltre 600 per la non competitiva FIASP.

 

Il primo a spuntare sul traguardo firmando così il suo poker personale della manifestazione, è l’ormai noto e simpatico Emanuele Repetto. Con una media di 3’06”/km, il genovese della Delta Spedizioni ha chiuso la prova in 17’44”davanti a Fabio De Angeli / Daini Carate Brianza e all’agguerrito Marco Gattoni / Atletica Palzola – tempo finale di 17’56” con media di 3’08”/km per la medaglia d’argento della serata, 18’12” con media di 3’11”/km per il bronzo.

 

“Questa sera sono partito più forte del solito”, racconta il vincitore col sorriso sulle labbra; “i 3km iniziali li abbiamo corsi in tre (De Angeli e Gattoni i suoi compagni di fuga, ndr) ad un ritmo molto sostenuto. Poi però la difficoltà di correre sull’acciottolato del centro cittadino con una temperatura così alta ha preso il sopravvento: negli ultimi 2km abbiamo infatti rallentato, e ho dato davvero il massimo e tutto me stesso per staccare i miei avversari e correre l’ultimo chilometro in solitaria arrivando in solitaria al traguardo.

 

E’ un volto grazioso, e altrettanto famoso, anche quello che trionfa nella prova femminile: Silvia Radaelli della Bracco Atletica mantiene il pronostico e si impone su una regolare Lisa Migliorini del Runner Team 99 e su Valentina Dameno dell’Atletica Ovest Ticino. E, come sempre, anche il crono conferma il valore sportivo di questa atleta: alla media di 3’36”/km, Silvia termina la sua fatica in 20’38”, con quasi un minuto di vantaggio sulla seconda classificata e quasi due sulla terza – 21’18” con media di 3’44”/km e 22’02” con media di 3’51”/km i loro rispettivi tempi.

 

“Questa volta ho sentito la fatica più di quanto non sia successo nelle prove precedenti”, esordisce l’oro di Corbetta, “anche perché non nascondo di essere un po’ stanca, ora che siamo a fine stagione. Per evitare di dovermi impegnare in un eventuale spareggio, ho deciso di partire forte fin da subito in modo da garantirmi un certo vantaggio e proseguire quindi la prova solo controllando le mie avversarie e difendendo quindi il mio primo posto. Bello, molto bello correre qui; ma che caldo, l’ho sofferto come alla prova di Castano Primo!”

 

Il parco del centro Onda Verde è stata teatro non solo di tutte le premiazioni di categoria della Jackpot Run, ma anche di quella della classifica generale del circuito E…State Correndo. E, inutile dirlo, proprio Emanuele Repetto e Silvia Migliorini sono stati incoronati vincitori indiscussi della manifestazione.

 

Repetto, forte di quattro vittorie e un secondo posto – che diventano però cinque vittorie se si considerano i piazzamenti esclusivamente tra gli iscritti a tutte le prove del circuito, si impone sul già citato Marco Gattoni, secondo in quattro prove su cinque, e su Matthew Ramaglia della Pro Patria ARC con i suoi tre bronzi e un argento.

 

Poker di vittorie anche per Silvia Radaelli – che ha mancato la quinta solo perché non presente al via a San Giorgio su Legnano. Dietro di lei, un’inarrestabile Lisa Migliorini, prima proprio a San Giorgio e seconda in altre tre gare, e un’agguerrita Valentina Dameno, per due volte seconda, una terza e altre due volte per un soffio ai piedi del podio.

 

 

 

Soddisfatti tutti gli organizzatori delle prove del circuito: Carola Bonalli, anima della Castano di Notte dell’ASD Amici dello Sport Podistica Castanese; Lamberto Guzzetti, regista della Notte delle 3 Esse curata dal TEAM 3 ESSE Rescaldina; Gennaro Bua, coordinatore della Nerviano Night Run gestita dall’ASD Atletica Nervianese; Giorgio Meraviglia, direttore d’orchestra dell’Unione Sportiva Sangiorgese per la Tri Pass e ‘na Curseta; Giuseppe Pignatello, inventore della formula jackpot e ora consulente speciale di Michele Colombo e Antonio Picco dell’Onda Verde Athletic Team e del Gruppo Podistico Corbettese impegnati per la Jackpot Run; e Michele Romanini, cuore pulsante de L’Abbraccio, onlus cui édevoluto parte del ricavato del circuito, e prezioso jolly presente in supporto a tutte le tappe. Persone legate da una immensa passione per la corsa e, cosa ancora più bella, da una forte amicizia che ha consentito loro di mettere in piedi una manifestazione organizzata a regola d’arte che sprigiona in ogni momento proprio la giusta combinazione di professionalità, serietà e famigliarità.

 

Non è infatti un caso che proprio il re e la regina del circuito abbiano apprezzato proprio questo senso di genuinità e di grande passione trasmesso dal gruppo di  E…State Correndo. “E’ stato come essere a casa con persone conosciute da tempo”, chiosano all’unisono. Per Sivia Radaelli “questo circuito è l’ideale per tutti e sotto più punti di vista: impegnativo al punto giusto e sempre con tanta gente al via e tra il pubblico, combina tracciati impegnativi con curve e controcurve ad altri più lineari, filanti e veloci.” Un pensiero condiviso anche da Emanuele Repetto che “dopo solo due tappe corse la scorsa edizione, la passione, la genuinità e la spontaneità degli organizzatori mi hanno convinto subito a farlo per intero quest’anno.”

 

Un bel riconoscimento per chi, per quasi un anno intero, è impegnato a lavorare per questo appuntamento sportivo. E a conferma della loro genuinità, entrambi hanno condiviso i loro migliori ricordi di ogni singola tappa: la volata finale al fotofinish a Castano Primo, la pista filante a Rescaldina, l’ingresso nel centro sportivo Luigi Re Cecconi a Nerviano, l’ultimo tratto di gara a San Giorgio su Legnano, difficile lo scorso anno ma aggredito con successo martedì scorso, e il centro cittadino alla jackpot Run per Repetto; la ciclabile lungo il Villoresi e l’arrivo in piazza alla Castano di Notte, le due uniche, ma faticosissime salite alla Notte delle 3 Esse, la cava col laghetto alla Nerviano Night Run, e la gente e la festa finale alla Jackpot Run per Radaelli.

Non resta quindi che dare appuntamento al prossimo anno.

 

E’ davvero tutto.

Ci si sente e ci si vede ad E…State Correndo 2018.

 

Buona E…state (di corsa) a tutti.